Quali sono i rischi del trapianto capelli?

Tutti gli interventi chirurgici e persino le terapie mediche comportano rischi e possibili complicazioni. È corretto che il paziente candidato conosca tutte le caratteristiche dell’intervento desiderato e, tra le informazioni di base da conoscere ed accettare, i rischi e le possibili complicazioni.

In passato, l’intervento chirurgico per la calvizie era molto sanguinolento e piuttosto duro. La recente tecnica FUE ha reso l’intervento molto meno sanguinoso e con meno rischi e complicazioni. La tecnica micro FUE presenta complicazioni con un’incidenza così bassa da non essere statisticamente rilevanti. Il grado di invasività è talmente basso da poter essere ripristinato in tempi record.

Illustriamo alcuni dei principali rischi del trapianto di capelli in generale con una nota sull’incidenza della nostra specifica tecnica Micro-FUE. L’elenco non è certo esaustivo, ma descrive le complicazioni più frequentemente citate in letteratura.

Il rischio non è un risultato naturale

La chirurgia estetica mira a migliorare l’aspetto del paziente e quindi la sua qualità di vita. È completamente indesiderabile ottenere un risultato dall’aspetto innaturale. Per garantire la naturalezza del risultato, è necessario trapiantare singole unità follicolari per evitare l’effetto pupa. È necessario impiantare i capelli con una buona densità e tenendo conto dell’angolo di incidenza follicolare. È anche auspicabile non lasciare cicatrici che renderanno il risultato meno piacevole. La tecnologia Micro FUE offre risultati davvero entusiasmanti supportati da una garanzia scritta. Non sempre è possibile ripetere la stessa cosa con tecniche meno raffinate.

Rischio di aspettative irrealistiche

Il rischio di insoddisfazione del paziente a causa di aspettative non realistiche è del tutto possibile. Per ridurre questo rischio, il candidato al trapianto deve essere pienamente informato per avere un’idea realistica del risultato atteso. Nella Clinica Pallaoro le informazioni a disposizione del paziente sono complete e multimediali.

Con la tecnologia Micro FUE è possibile offrire risultati che prima non erano possibili. Per questo motivo, i pazienti con aspettative sfidanti vengono effettivamente soddisfatti.

Rischio di ulteriore caduta dei capelli

Questo è un rischio non correlato alla tecnica chirurgica ma al tipo di calvizie / diradamento del paziente. I capelli trapiantati hanno la speciale proprietà di non essere sensibili alle influenze negative del testosterone / diidrotestosterone. Di conseguenza, i capelli trapiantati non cadranno, ma potrebbero cadere i capelli nati nella zona interessata dall’ispessimento. Questo rischio può essere ridotto eseguendo terapie rigenerative sui follicoli come il PRP. Se i capelli che non sono stati trapiantati cadono e rovinano il risultato, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico.

Questo rischio è indipendente dalla tecnologia utilizzata.

Rischio di cicatrici

Le cicatrici dipendono molto dalla tecnica utilizzata. La tecnica FUT con rimozione del cuoio capelluto garantisce la certezza di una lunga cicatrice nella parte posteriore della testa. Prevede il rischio di formazione di cicatrici ingrossate e antiestetiche. La tecnica FUE di solito lascia piccoli spazi rotondi vuoti nell’area donatrice. Se la percentuale di unità follicolari espiantate è bassa, le cicatrici rotonde saranno nascoste fino a quando il paziente non si sarà rasato la testa. Con la tecnica Micro FUE con esplorazione dell’incisione, non rimangono cicatrici visibili e il patrimonio follicolare dell’area donatrice è ampiamente preservato.

Rischio di dolore

Il dolore nell’esecuzione del trapianto deve essere assente da tutte le tecniche, poiché vengono eseguite in anestesia. Il dolore postoperatorio è dovuto al tipo di tecnica utilizzata. Un trapianto che utilizza la tecnica FUT, che prevede il taglio del cuoio capelluto, è più traumatico e provoca dolore. Il trapianto con la tecnica FUE, in cui vengono rimosse le singole unità follicolari, è meno traumatico e il dolore è minimo. Durante il trapianto con la tecnica micro FUE, le unità follicolari sono micro-esplose e non c’è dolore.