Tempi di ricrescita dopo il trapianto

I tempi della ricrescita dopo il trapianto sono soggettivi e variabili, ma tengono conto di alcuni dati statistici. Deviazioni dal valore medio sono possibili e non rappresentano necessariamente una complicazione, ma possono essere spiegate dalla normale diversità biologica da soggetto a soggetto nel processo di guarigione.

Ricrescita dei capelli dopo una settimana

Dopo 7 giorni, i capelli nell’area donatrice inizieranno a ricrescere e inizieranno a normalizzare esteticamente quest’area. Le croste di questa zona sono completamente scomparse.

Anche il capello trapiantato cresce di pochi millimetri, ma cade dopo un’altra settimana e offre spazio per la ricrescita finale dei capelli trapiantati. Il fusto del capello è come le foglie dell’albero. Dopo il trapianto, cadono e poi ricominciano con una ricrescita stabile e permanente. I tempi di ricrescita dei capelli trapiantati sono, mediamente, quelli descritti in questa pagina, ma possono essere soggetti a fluttuazioni legate alla variabilità biologica.

Ricrescita dei capelli dopo 1 mese – 3 mesi

Dopo 30 giorni, alcuni capelli inizieranno a crescere. La maggior parte dei capelli trapiantati inizia la loro crescita fisiologica tra il trentesimo e il novanta giorni. All’inizio, i capelli trapiantati sono sottili, ma gradualmente diventano più forti e più spessi.

L’area donatrice è del tutto normale. Nessun segno di espianto è visibile.

Ricrescita dei capelli dopo 6 mesi

Dopo 180 giorni si osserva la ricrescita della maggior parte dei capelli trapiantati. Tuttavia, tenendo conto del ciclo di vita fisiologico dei follicoli, è possibile che alcuni vengano ritardati. Il capello trapiantato ha una lunghezza variabile tra i 2 ed i 4 centimetri.

Ricrescita dei capelli dopo 9 mesi+

Dopo 9 mesi, i capelli trapiantati sono lunghi 6 centimetri. Sei diventato alto e forte. L’area reception ha cambiato aspetto e stiamo assistendo al risultato quasi finale. Dopo 12 mesi la ricrescita è completa un anno dopo il trapianto di capelli. Il capello ha una lunghezza media di 9 centimetri (se non è stato accorciato dal barbiere). I capelli continuano a crescere per tutta la vita del paziente.

Quali sono i rischi del trapianto capelli?

Tutti gli interventi chirurgici e persino le terapie mediche comportano rischi e possibili complicazioni. È corretto che il paziente candidato conosca tutte le caratteristiche dell’intervento desiderato e, tra le informazioni di base da conoscere ed accettare, i rischi e le possibili complicazioni.

In passato, l’intervento chirurgico per la calvizie era molto sanguinolento e piuttosto duro. La recente tecnica FUE ha reso l’intervento molto meno sanguinoso e con meno rischi e complicazioni. La tecnica micro FUE presenta complicazioni con un’incidenza così bassa da non essere statisticamente rilevanti. Il grado di invasività è talmente basso da poter essere ripristinato in tempi record.

Illustriamo alcuni dei principali rischi del trapianto di capelli in generale con una nota sull’incidenza della nostra specifica tecnica Micro-FUE. L’elenco non è certo esaustivo, ma descrive le complicazioni più frequentemente citate in letteratura.

Il rischio non è un risultato naturale

La chirurgia estetica mira a migliorare l’aspetto del paziente e quindi la sua qualità di vita. È completamente indesiderabile ottenere un risultato dall’aspetto innaturale. Per garantire la naturalezza del risultato, è necessario trapiantare singole unità follicolari per evitare l’effetto pupa. È necessario impiantare i capelli con una buona densità e tenendo conto dell’angolo di incidenza follicolare. È anche auspicabile non lasciare cicatrici che renderanno il risultato meno piacevole. La tecnologia Micro FUE offre risultati davvero entusiasmanti supportati da una garanzia scritta. Non sempre è possibile ripetere la stessa cosa con tecniche meno raffinate.

Rischio di aspettative irrealistiche

Il rischio di insoddisfazione del paziente a causa di aspettative non realistiche è del tutto possibile. Per ridurre questo rischio, il candidato al trapianto deve essere pienamente informato per avere un’idea realistica del risultato atteso. Nella Clinica Pallaoro le informazioni a disposizione del paziente sono complete e multimediali.

Con la tecnologia Micro FUE è possibile offrire risultati che prima non erano possibili. Per questo motivo, i pazienti con aspettative sfidanti vengono effettivamente soddisfatti.

Rischio di ulteriore caduta dei capelli

Questo è un rischio non correlato alla tecnica chirurgica ma al tipo di calvizie / diradamento del paziente. I capelli trapiantati hanno la speciale proprietà di non essere sensibili alle influenze negative del testosterone / diidrotestosterone. Di conseguenza, i capelli trapiantati non cadranno, ma potrebbero cadere i capelli nati nella zona interessata dall’ispessimento. Questo rischio può essere ridotto eseguendo terapie rigenerative sui follicoli come il PRP. Se i capelli che non sono stati trapiantati cadono e rovinano il risultato, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico.

Questo rischio è indipendente dalla tecnologia utilizzata.

Rischio di cicatrici

Le cicatrici dipendono molto dalla tecnica utilizzata. La tecnica FUT con rimozione del cuoio capelluto garantisce la certezza di una lunga cicatrice nella parte posteriore della testa. Prevede il rischio di formazione di cicatrici ingrossate e antiestetiche. La tecnica FUE di solito lascia piccoli spazi rotondi vuoti nell’area donatrice. Se la percentuale di unità follicolari espiantate è bassa, le cicatrici rotonde saranno nascoste fino a quando il paziente non si sarà rasato la testa. Con la tecnica Micro FUE con esplorazione dell’incisione, non rimangono cicatrici visibili e il patrimonio follicolare dell’area donatrice è ampiamente preservato.

Rischio di dolore

Il dolore nell’esecuzione del trapianto deve essere assente da tutte le tecniche, poiché vengono eseguite in anestesia. Il dolore postoperatorio è dovuto al tipo di tecnica utilizzata. Un trapianto che utilizza la tecnica FUT, che prevede il taglio del cuoio capelluto, è più traumatico e provoca dolore. Il trapianto con la tecnica FUE, in cui vengono rimosse le singole unità follicolari, è meno traumatico e il dolore è minimo. Durante il trapianto con la tecnica micro FUE, le unità follicolari sono micro-esplose e non c’è dolore.

Come funziona il trapianto di capelli?

Trapianto capelli

Il trapianto consiste nello spostamamento dei follicoli resistenti alla calvizie dalla parte posteriore alla sommità della testa dove si trovano le zone ormai prive di capelli. Questo processo è permanente poiché i follicoli dei capelli prelevati sono geneticamente resistenti alla clavizie, indipendentemnete dal luogo della testa in cui essi si trovino.

Sostanzialmente si tratta di una ridistribuzione dei capelli esistenti in maniera tale da essere esteticamente più efficaci. La densità dei capelli della zona donatrice  è tipicamente più alta rispetto al resto del cuoio capelluto e conseguentemente può cedere una certa quantità di follicoli senza che ciò rappresenti un “danno” per la stessa.

Le moderne tecniche di trapianto riescono a produrre un infoltimento con una densità qualche anno fa ritenuta non raggiungibile ma comunque deve essere chiaro che non è praticamente possibile raggiungere densità naturali. Infatti l’ obiettivo del chirurgo non è quello ma è raggiungere una ridistribuzione dei capelli dall’ aspetto naturale.

Trapianto capelli Firenze

Questo portale dedicato al trapianto dei capelli ti offre una serie di contenuti utili a trovare il centro o la clinica specializzata nella procedura d’ autotrapianto che faccia per te. Quali sono i fattori da considerare nella scelta. Certamente il prezzo della procedura è importante ma nessuno vuole pagare poco e avere un risultato pessimo. Oltre l’ aspetto economico vanno considerate la tecnica, l’esperienza del chirurgo, la sicurezza e la struttura sanitaria.

Sono di Firenze. Quale centro scegliere?

Le statistiche rilevate dalla nostra direzione hanno evidenziato come il paziente in Europa sia predisposto a spostarsi anche di Paese per raggiungere il centro tricologico ritenuto più adatto. Ciò non vuol dire che a Firenze non ci siano chirurghi di livello in grado di offrire una buona prestazione ma che il mondo della chirurgia estetica dei capelli è molto dinamico.

Operativamente riteniamo che il miglior consiglio sia quello di fissarsi un periodo di esplorazione durante il quale ci s’impegna a non decidere nulla ma a raccogliere le maggiori informazioni possibili per formarsi il proprio mosaico decisionale. Uno degli errori più comuni è quello di prendere entusiasticamente la prima informazione ricevuta ed in base alla stessa decidere subito di operarsi.


Ecco le cose da fare durante il periodo d’ esplorazione:

Visite mediche

Prima di sottoporsi al trapianto capelli è normale sottoporsi alla visita con il chirurgo. Di solito ci si limita ad una visita e se il medico è stato convincente procediamo con la decisione. Si consiglia invece di investire tempo e denaro in questa fase e non ci sarà da pentirsi. Sottoporsi a più visite mediche anche non solo a Firenze permette il confronto tra le varie proposte e può essere utile a smascherare i faciloni. Se un chirurgo dice non ci sono rischi ed un altro vi spiega i rischi e come intende gestirli, probabilmente il primo è più “commerciale” ed il secondo più “tecnico”.

Testimonianze dirette

Un’ altro ottimo metodo che può aiutare a scegliere il chirurgo è quello di conoscere qualcuno che abbia già fatto l’intervento e quindi si possa ascoltare come è andata e osservare il risultato ottenuto. Non è sempre facile conoscere una persona che si sia operata ed è per questo che ii suggeriamo di chiedere senza esitazione al chirurgo che vi visiterà la possibilità di conoscere un paziente già operato.

Trapianto Capelli Forum

In internet ci sono diversi forum che permettono agli utenti di condividere esperienze vissute e quindi in una sorta di intelligenza collettiva scegliere i chirurghi migliori per città. Ad esempio nel forum si sosterrà che il miglior chirurgo tricologico di Firenze è questo o quel medico. Il problema nell’ impiego di questo strumento è che non sapete esattamente chi c’è dall’altra parte della rete. L’interlocutore potrebbe essere un chirurgo che si finge paziente per dirottare clienti al proprio centro o addirittura “commerciali” che di mestiere navigano sui forum per promuovere il professionista di turno.

Trapianto capelli Firenze: Costi

In generale i costi del trapianto capelli possono variare molto in relazione alla superficie da trattare, alla tecnica impiegata, alla struttura sanitaria e agli onorari del chirurgo. Con tecniche di buon livello chirurgico i costi iniziano da 3000 euro per una zona piccola e possono raggiungere anche 10000 per zone molto ampie. Difficilmente si può indicare i costi del trapianto capelli a Firenze senza approfondire i fattori prima descritti.

 

Ecco la mappa dei centri di trapianto capelli a Firenze:


Trapianto capelli Bologna

Questo portale dedicato al trapianto dei capelli ti offre una serie di contenuti utili a trovare il centro o la clinica specializzata nella procedura d’ autotrapianto che faccia per te. Quali sono i fattori da considerare nella scelta. Certamente il prezzo della procedura è importante ma nessuno vuole pagare poco e avere un risultato pessimo. Oltre l’ aspetto economico vanno considerate la tecnica, l’esperienza del chirurgo, la sicurezza e la struttura sanitaria.

Sono di Bologna. Quale centro scegliere?

Le statistiche rilevate dalla nostra direzione hanno evidenziato come il paziente in Europa sia predisposto a spostarsi anche di Paese per raggiungere il centro tricologico ritenuto più adatto. Ciò non vuol dire che a Bologna non ci siano chirurghi di livello in grado di offrire una buona prestazione ma che il mondo della chirurgia estetica dei capelli è molto dinamico.

Operativamente riteniamo che il miglior consiglio sia quello di fissarsi un periodo di esplorazione durante il quale ci s’impegna a non decidere nulla ma a raccogliere le maggiori informazioni possibili per formarsi il proprio mosaico decisionale. Uno degli errori più comuni è quello di prendere entusiasticamente la prima informazione ricevuta ed in base alla stessa decidere subito di operarsi.


Ecco le cose da fare durante il periodo d’ esplorazione:

Visite mediche

Prima di sottoporsi al trapianto capelli è normale sottoporsi alla visita con il chirurgo. Di solito ci si limita ad una visita e se il medico è stato convincente procediamo con la decisione. Si consiglia invece di investire tempo e denaro in questa fase e non ci sarà da pentirsi. Sottoporsi a più visite mediche anche non solo a Bologna permette il confronto tra le varie proposte e può essere utile a smascherare i faciloni. Se un chirurgo dice non ci sono rischi ed un altro vi spiega i rischi e come intende gestirli, probabilmente il primo è più “commerciale” ed il secondo più “tecnico”.

Testimonianze dirette

Un’ altro ottimo metodo che può aiutare a scegliere il chirurgo è quello di conoscere qualcuno che abbia già fatto l’intervento e quindi si possa ascoltare come è andata e osservare il risultato ottenuto. Non è sempre facile conoscere una persona che si sia operata ed è per questo che ii suggeriamo di chiedere senza esitazione al chirurgo che vi visiterà la possibilità di conoscere un paziente già operato.

Trapianto Capelli Forum

In internet ci sono diversi forum che permettono agli utenti di condividere esperienze vissute e quindi in una sorta di intelligenza collettiva scegliere i chirurghi migliori per città. Ad esempio nel forum si sosterrà che il miglior chirurgo tricologico di Bologna è questo o quel medico. Il problema nell’ impiego di questo strumento è che non sapete esattamente chi c’è dall’altra parte della rete. L’interlocutore potrebbe essere un chirurgo che si finge paziente per dirottare clienti al proprio centro o addirittura “commerciali” che di mestiere navigano sui forum per promuovere il professionista di turno.

Trapianto capelli Bologna: Costi

In generale i costi del trapianto capelli possono variare molto in relazione alla superficie da trattare, alla tecnica impiegata, alla struttura sanitaria e agli onorari del chirurgo. Con tecniche di buon livello chirurgico i costi iniziano da 3000 euro per una zona piccola e possono raggiungere anche 10000 per zone molto ampie. Difficilmente si può indicare i costi del trapianto capelli a Bologna senza approfondire i fattori prima descritti.

 

Ecco la mappa dei centri di trapianto capelli a Bologna:


Visualizzazione ingrandita della mappa

Trapianto capelli Roma

Questo portale dedicato al trapianto dei capelli ti offre una serie di contenuti utili a trovare il centro o la clinica specializzata  nella procedura d’ autotrapianto che faccia per te. Quali sono i fattori da considerare nella scelta. Certamente il prezzo della procedura è importante ma nessuno vuole pagare poco e avere un risultato pessimo. Oltre l’ aspetto economico vanno considerate la tecnica, l’esperienza del chirurgo, la sicurezza e la struttura sanitaria.

Sono di Roma. Quale centro scegliere?

Le statistiche rilevate dalla nostra direzione hanno evidenziato come il paziente in Europa sia predisposto a spostarsi anche di Paese per raggiungere il centro tricologico ritenuto più adatto. Ciò non vuol dire che a Roma non ci siano chirurghi di livello in grado di offrire una buona prestazione ma che il mondo della chirurgia estetica dei capelli è molto dinamico.

Operativamente riteniamo che il miglior consiglio sia quello di fissarsi un periodo di esplorazione durante il quale ci s’impegna a non decidere nulla ma a raccogliere le maggiori informazioni possibili per formarsi il proprio mosaico decisionale. Uno degli errori più comuni è quello di prendere entusiasticamente la prima informazione ricevuta ed in base alla stessa decidere subito di operarsi.


Ecco le cose da fare durante il periodo d’ esplorazione:

Visite mediche

Prima di sottoporsi al trapianto capelli è normale sottoporsi alla visita con il chirurgo. Di solito ci si limita ad una visita e se il medico è stato convincente procediamo con la decisione. Si consiglia invece di investire tempo e denaro in questa fase e non ci sarà da pentirsi. Sottoporsi a più visite mediche anche non solo a Roma permette il confronto tra le varie proposte e può essere utile a smascherare i faciloni. Se un chirurgo dice non ci sono rischi ed un altro vi spiega i rischi e come intende gestirli, probabilmente il primo è più “commerciale” ed il secondo più “tecnico”.

Testimonianze dirette

Un’ altro ottimo metodo che può aiutare a scegliere il chirurgo è quello di conoscere qualcuno che abbia già fatto l’intervento e quindi si possa ascoltare come è andata e osservare il risultato ottenuto. Non è sempre facile conoscere una persona che si sia operata ed è per questo che ii suggeriamo di chiedere senza esitazione al chirurgo che vi visiterà la possibilità di conoscere un paziente già operato.

Trapianto Capelli Forum

In internet ci sono diversi forum che permettono agli utenti di condividere esperienze vissute e quindi in una sorta di intelligenza collettiva scegliere i chirurghi migliori per città. Ad esempio nel forum si sosterrà che il miglior chirurgo tricologico di Roma è questo o quel medico. Il problema nell’ impiego di questo strumento è che non sapete esattamente chi c’è dall’altra parte della rete. L’interlocutore potrebbe essere un chirurgo che si finge paziente per dirottare clienti al proprio centro o addirittura “commerciali” che di mestiere navigano sui forum per promuovere il professionista di turno.

Trapianto capelli Roma: Costi

In generale i costi del trapianto capelli possono variare molto in relazione alla superficie da trattare, alla tecnica impiegata, alla struttura sanitaria e agli onorari del chirurgo. Con tecniche di buon livello chirurgico i costi iniziano da 3000 euro per una zona piccola e possono raggiungere anche 10000 per zone molto ampie. Difficilmente si può indicare i costi del trapianto capelli a Roma senza approfondire i fattori prima descritti.


Anestesia

L’ intervento chirurgico di trapianto di capelli viene eseguito esclusivamente in anestesia locale. Dal punto di vista operatorio si procede esclusivamente ad incisioni sul cuoio capelluto che non richiedono una procedura anestesiologica più profonda o complessa. L’ unico disagio dell’ anestesia locale semplice è che di solito il trapianto dura diverse ore ed il paziente dovrà “partecipare” all’ intero atto. Per questo motivo può essere opportuno che il paziente venga sottoposto ad una blanda sedazione che lo porti ad uno stato di dormiveglia tale per cui non dovrà essere vigile durante tutte le ore.

L’ anestesia locale viene di solito combinata ad una vasocostrizione farmacologica locale che permette di ridurre l’ afflusso di sangue nella zona operata e questo permette all’equipe chirurgica di lavorare in maniera più svelta. Una caratteristica molto gradita ai pazienti dell’ anestesia locale di questo tipo è l’effetto analgesico post operatorio che si protrae per molte ore. Così il dolore post operatorio che comunque è ridotto, sarà nullo.

 

Trapianto capelli costi

Quanto costa il mio trapianto di capelli? La domanda non può avere risposta senza il chiarimento di talmente tanti fattori che si potrebbe paragonare alla domanda: “Quanto costerà la mia macchina?”. Necessario ovviamente specificare marca, modello, nuova o usata, optional, ecc.

CostiIl trapianto concettualmente è l’intervento chirurgico che preleva da una parte della testa capelli che vengono posizionati successivamente in un’altra zona. Le caratteristiche meramente tecniche che descrivono lo specifico trapianto di capelli sono le seguenti:

  1.  Metodo d’ estrazione dei capelli dalla zona donatrice
    La tecnica classica prevede lo strip cioè il prelievo di una losanga di cuoio cappelluto dalla nuca. Lascia una cicatrice orizzontale che può dare fastidio e che aumenta il rischio di complicanze dell’intervento. Le tecniche moderne prevedono l’ asportazione di piccole o piccolissime porzioni di cuoi cappelluto che contengono bulbi da impiantare nella zona richiesta.
  2. Metodo d’ impianto
    Si parla di densità, orientamento e disegno dei capelli trapiantati.
  3. Standard chirurgico
    L’intervento può essere eseguito in un ambulatorio chirurgico, in una sal chirurgica o in una sala operatoria. Queste strutture rappresentano livelli crescenti di sicurezza chirurgica. Il trapianto potrà essere eseguito in presenza o meno di un medico anestesista.

Calvizie femminile

La caduta dei capelli nelle donne può essere fermata con il giusto trattamento. La perdita di capelli nelle donne, anche se spesso può essere meno evidente di quella maschile, può arrecare un maggior danno emotivo.
Le donne possono contare su un numero minore di rimedi, rispetto agli uomini, per arrestare la caduta, e spesso accusano il malessere causato dal diradamento in maniera estremamente personale.
Sebbene le donne possano soffrire della tipica calvizie femminile con una perdita di capelli che interessa la sommità del capo, le tempie e l’attaccatura è tuttavia possibile che esse abbiano un diradamento che interessa l’intera testa ponendo un limite effettivo alle possibilità di trattamento da scegliere.

Più di 5 milioni di donne in Italia sono colpite da calvizie.

Cause della perdita di capelli nelle donne:

  1. Ormoni?

Una delle cause della calvizie femminile può essere lo scompenso ormonale. Una ghiandola tiroidea estremamente attiva o al contrario troppo poco attiva può provocare la caduta dei capelli. Curando dunque le disfunzioni della tiroide si può conseguentemente curare anche la perdita dei capelli se causata da questo tipo di disfunzione ghiandolare. Anche lo squilibrio degli ormoni femminili (estrogeni) può essere causa di calvizie.

Gli ormoni sono responsabili della calvizie anche quando quelli tipicamente femminili sono sbilanciati. Tuttavia in questi casi agendo sugli ormoni e quindi ripristinando il loro naturale equilibrio la caduta dei capelli dovrebbe fermarsi.

  1. Maternità?

La nascita di un bambino nelle donne può dar luogo ad un’improvvisa perdita di capelli. È comune per molte di esse notare una perdita di capelli dopo la gravidanza, solitamente a distanza di circa tre mesi dal parto. Anche questo tipo d caduta è provocata dagli ormoni, ma in questo caso non ci si deve preoccupare. Durante la gravidanza il ciclo normale dei capelli è ritardato dagli alti livelli di ormoni presenti nel corpo. Una volta che gli ormoni tornano tornano ai valori di pre-gravidanza questi capelli, che si possono definire in più, cadono e ricomincia il ciclo normale.

  1. Perdita di capelli dovuta alla menopausa e alle terapie ormonali?

A causare la perdita di capelli possono essere anche le terapie ormonali, come quelle a base di progesterone, un ormone della donna, che inibisce lo sviluppo di un nuovo follicolo. La calvizie e la menopausa sono comunemente legate fra loro e il risultato nelle donne più anziane è il diradamento della capigliatura. Prima della menopausa solo il il 13% delle donne dichiara di avere problemi con l’assottigliamento dei capelli. Dopo la menopausa questa percentuale sale fino al 37%.

<p>&nbsp;</p>

La calvizie femminile può essere trattata

Molte delle donne che partecipato a questa community on-line hanno recuperato i loro capelli con l’aiuto di validi trattamenti medici.

Tuttavia i trattamenti a disposizione delle donne sono alquanto limitate rispetto a quelli esistenti per trattare le corrispettive problematiche maschili.

La Propecia, o la simile DHT che fanno l’effetto di bloccare il diradamento non possono essere presi o manipolati dalle donne a causa dei gravi rischi di deformità che potrebbe interessare la loro futura prole.

Il più famoso trattamento topico utilizzato per il trattamento femminile del problema è il Rogaine (Minoxidil). E sono molte le donne che si sottopongono a trapianto per riconquistare una chioma fluente.

Tuttavia, per molte donne, le cause della loro perdita di capelli sono molto più complesse della classica calvizie maschile.

Per questo è fondamentale capire le cause che provocano la caduta del capello per poter scegliere ed affrontare il trattamento più efficace.

<p>&nbsp;</p>

Nelle donne il trapianto può funzionare

Il trapianto dei capelli può risultare un rimedio efficace per trattare la caduta dei capelli se questa è concentrata in una particolare area del cuoio capelluto, una situazione simile ai copiosi diradamenti che si possono osservare nella calvizie maschile.

Oggi il trapianto è talmente naturale che nemmeno i parrucchieri se ne accorgono.

Conosci meglio la chirurgia dedicata ai capelli

Tuttavia le donne che hanno una diffusa calvizie non risultano essere delle buone candidate per la chirurgia dedicata al capello.<p>&nbsp;</p>

Abbassare l’attaccatura nelle donne

Molte donne hanno un attaccatura alta che dona loro un aspetto maschile o le fa apparire più vecchie. Ciò non è riconducibile alla perdita di capelli quanto all’aspetto ereditario.

Nonostante per abbassare l’attaccatura sia possibile ricorrere al trapianto, questa tipologia di intervento costringe a sottoporsi a numerose sedute se si vuol ottenere un rinfoltimento della zona.

Esiste una procedura chirurgica alternativa con la quale è possibile abbassare l’attaccatura in una sola seduta.

Su questo paziente la procedura chirurgica comporta la rimozione del tessuto in eccesso presente sotto l’attaccatura esistente e quindi nel riposizionare l’attaccatura stessa in avanti e verso il basso.

Associando questa procedura ad un lifting della fronte il paziente può ottenere un risultato ancora più efficace.

Trapianto capelli: Risultati eccezionali se…

Il trapianto dei capelli può dare risultati eccezionali ma solo se:

  • il paziente presenta una zona donatrice adeguata
  • la zona diradata o calva è coerente con il numero di capelli disponibili
  • ha un grado d’aspettativa realistico per quanto riguarda il risultato

 

Questo sito ha l’obiettivo di dare informazione chiara ai pazienti che vogliono sottoporsi al trapianto di capelli che consiste nello spostamento dei capelli da una zona all’altra della testa e non nell’ aumento del loro numero.

Cosa non fa il trapianto capelli?

Vogliamo prima di tutto inquadrare bene le caratteristiche di questa chirurgia. Perché? Il motivo è molto semplice: L’ unico tipo di paziente soddisfatto che c’è, è quello che ottiene un risultato coerente con le proprie attese. I nostri pazienti sono soddisfatti perché sono consapevoli della caratteristiche del trapianto dei capelli.

Questa premessa non vuole essere negativa nei confronti dei risultati. Anzi! La moderna tecnica chirurgica non solo offre risultati molto buoni ma è poco invasiva.

Il trapianto capelli non serve per fermare la caduta dei capelli

La calvizie – o meglio la perdita dei capelli – è un processo biologico che si sviluppa nell’arco di alcuni anni. La caduta dei capelli è dovuta nella maggioranza dei casi ad un meccanismo ormonale che agisce negativamente sulla vitalità dei follicoli. L’ormone maschile chiamato testosterone ha una variante chiamata diidrotestosterone. Quando entra in contatto con il follicolo, questo viene disattivato. Non si tratta di avere un eccesso di testosterone ma di avere i follicoli particolarmente sensibili. Questa è la caratteristica genetica ereditaria.

Chi scegli di infoltire una zona con il trapianto, deve essere consapevole della possibilità che i capelli originari della zona ricevente possano ancora cadere. Ci sono alcune terapie valide per contrastare la caduta ulteriore dei capelli. Durante la visita medica potrai approfondire questo aspetto.

Il trapianto capelli non aumenta il numero di follicoli

Alcuni pazienti immaginano – sbagliando – che il trapianto dei capelli consista nell’impianto di capelli nella zona desiderata senza ricordare che questi devono essere preliminarmente prelevati da un’altra zona dello stesso soggetto.

Dopo la chirurgia il numero di capelli in testa sarà uguale a prima. Nella realtà il trapianto prevede che una percentuale bassa – di solito trascurabile – non ricrescerà.

Il trapianto di capelli non trasferisce il fusto

La procedura non dovrebbe chiamarsi “trapianto capelli” ma “trapianto follicolare” perchè ciò che viene trapiantato non è il capello (radice + fusto) ma soltanto la parte vitale (follicolo). Dopo l’intervento il paziente quindi non vedrà una folta chioma. Saranno visibili solo i piccoli segni che lascia la chirurgia.